1. MASSA, MOVIMENTO E FORZA

All'interno della Fisica Globale, un primo gruppo di principi fisici relativi alla struttura della materia viene studiato dalla Meccanica Globale, e un secondo gruppo più correlate a spazio e tempo sulla Dinamica Globale e la Legge di Gravità Globale.

Boeing 707 e Shuttle-NASA (Immagine di dominio pubblico)
Boeing 707 e Shuttle-NASA

In realtà questa separazione dei principi fisici interessati dalla nuova teoria di tutto è un po’ artificiale; è effettuata per rendere più semplice l’esposizione di una materia tanto vasta quanto ardua e coincide con i temi trattati tradizionalmente dalla Meccanica Quantica, dalla Relatività Generale e dalle Leggi di Newton sulla Dinamica o sulle cause del movimento.

Fra i punti più importanti possiamo evidenziare i seguenti:

  • L’assenza di relatività del tempo e dello spazio all’interno di una sfera obiettiva e scientifica della realtà.

  • L’assenza di dipendenza della realtà fisica dai suoi osservatori.

    Se le misurazioni fossero diverse in funzione di essi, sarebbe adeguato effettuare una correzione intelligente per ottenere una misura obiettiva.

  • L’esistenza di una velocità della luce costante unicamente nell’ambito del suo sistema di riferimento naturale o intensità particolare dell’energia gravitazionale, immerso nello spazio euclideo tridimensionale della metrica greca.

  • La velocità della luce è additiva rispetto a quella del suo sistema di riferimento naturale attraverso cui si sposta. Non può esserci luce senza gravità o tensione della curvatura longitudinale della struttura reticolare della materia o etere globale. Nonostante la gran velocità della luce, va considerato che i campi gravitazionali sui quali la luce si sposta cambiano la loro velocità base.

    L'etere gravitazionale, della massa et dell'energia cinetica è l'etere globale; e il campo di gravità è l'etere luminifero. Inoltre, entrambe eteri hanno le stesse proprietà etere classica.

  • La distinzione fra velocità fisica e velocità astratta o convenzionale, come può esserlo la velocità di separazione di due oggetti.

  • La quantificazione della massa globale e dell’energia cinetica è reale solo quando il sistema di riferimento naturale è utilizzato nella quantificazione del movimento.

  • I rapporti d’equivalenza fra etere globale, forza di gravità, movimento, energia e massa, che implicano, inoltre, un’equivalenza nell’effetto sulla risonanza della massa per l’accelerazione –per la velocità– ed eventualmente per la tensione della curvatura longitudinale dell’etere globale, rispettivamente.

Tutto ciò comporta l’alterazione delle Leggi di Newton sulla Dinamica e dei concetti di massa, movimento. Gli aspetti più rilevanti saranno:

  • La natura delle diverse forze in funzione del concetto o definizione di forza applicato, in base ai diversi tipi di movimento ed energia definiti.

  • Il principio di uguaglianza fra massa inerziale e massa gravitazionale non è più un principio, per essere vago in vista dei meccanismi di movimento della massa dell’etere globale, la massa equivalente all'energia cinetica, e le diverse caratteristiche della massa di riposo.

    Questi meccanismi sono quelli che spiegano la precessione anomala dell'orbita di Mercurio sia Fisica Globale.

  • Il trascinamento totale della luce per il campo di gravità spiega l’esperimento di Michelson-Morley in modo alternativo alla Teoria della Relatività.

 

* * *