3.d) Concetto e definizione di forza

Come si evince dai commenti sulle Leggi di Newton della dinamica, il nuovo paradigma della Fisica Globale approfondisce i concetti di forza e di accelerazione. Questi concetti sarebbero legati ai tipi di movimento o moto definiti.

Forza / massa = accelerazione
N / kg = m / s²

Ormai non è più possibile stabilire una definizione di forza così rigida come quella della seconda legge di Newton o Legge Fondamentale della Dinamica. In primo luogo perché il concetto ed i tipi di movimento non sono sempre riferiti alla massa e, in secondo luogo, perché esistono diversi tipi di energia o proprietà della struttura reticolare della materia o etere globale.

Non si può neppure sostenere che gli effetti dei nuovi tipi o categorie di forze siano marginali, poiché si trovano in tutti i processi fisici e, sebbene possano sembrare quantitativamente insignificanti, per l’idea tradizionale della piccola deviazione della luce quando passa vicino alle stelle o della piccola variazione dell’orbita di Mercurio, non è assolutamente vero che siano importanti.

In economia, in fisica o in ogni altra scienza si può sempre effettuare un’analisi parziale, bisogna però essere coscienti delle limitazioni di quest’analisi per non fraintendere il modello utilizzato.

Nei processi fisici di movimento non solo sono presenti l’energia cinetica, conseguenza di una forza originata della energia elettromagnetica e l’energia potenziale gravitazionale, ma anche nuovi tipi e categorie di forza e di energia dovuti al movimento dell’etere globale, come i cosiddetti fenomeni di espansione e contrazione dello spazio nell’ambito dell’Astrofisica ed i movimenti degli atomi e degli elettroni.

Il concetto di forza o risultante di forze è legato alla massa e all’accelerazione per la Legge Fondamentale della Dinamica di Newton, tuttavia lo comprendo meglio se associo il concetto di forza all’energia. In questo senso il concetto di forza si riferisce all’energia applicata in un punto o alla possibilità della sua applicazione in un punto dello spazio nei cosiddetti campi di forza.

Jet Nebula Carina Ritoccato
NASA (Immagine di dominio pubblico)
Jet Nebula Carina Ritoccato

Matematicamente si può dire che la forza è la derivata parziale dell’energia rispetto allo spazio, infatti, se facciamo l’integrale della forza realizzata lungo un determinato spazio, ci darà l’energia. Qui andrebbero tenuti in conto i commenti fatti nel libro sulla Legge di Gravità Globale sulla definizione di energia ed il problema con le sue unità e dimensioni.
Con questa prospettiva ci apparirà un concetto può ampio di forza, con nuovi tipi di forze nella misura in cui appaiano nuovi tipi di energie. Le categorie di energia saranno associate a loro volta ai tipi di movimento visti nella sezione precedente.

Ad esempio, un tipo di forza che provoca l’espansione e la contrazione dell’universo sarebbe quella generata dall’energia elastica accumulata nella massa con il meccanismo della creazione o compressione dell’etere globale.

Un altro nuovo tipo di forza sarebbe derivato anche dall’energia potenziale gravitazionale, questo genere di forza sarebbe responsabile della curvatura della luce e della precessione del perielio di Mercurio. Nel caso dell’orbita di Mercurio e di ogni massa in movimento di caduta libera, oltre alla forza di gravità di Newton, la nuova forza gravitazionale dipende dalla velocità della massa, più esattamente dalla sua energia cinetica.

Il fatto che la forza di gravità abbia una componente derivata dalla velocità non altererebbe il concetto di forza, perché è sempre una forza della stessa natura di quella contemplata dalla Legge di Gravitazione Universale di Newton. E non altera né lo spazio né il tempo, come proposto dalla Teoria della Relatività di Einstein.

Di conseguenza, o si creano altri concetti fisici o diventa necessario modificare il concetto di forza, rendendolo parzialmente indipendente dalla massa e avvicinandolo al movimento e all’energia nelle sue diverse manifestazioni.

Parlando di nuovi concetti di forza, qualcosa di simile viene fatto dalla Teoria della Relatività Generale con il continuum spazio-tempo e la gravità come effetto geometrico. Un inconveniente importante del tentativo relativista è che è sbagliato e un altro, che più che aiutare nei nuovi concetti, ciò che fa è sfigurare i concetti basici della realtà fisica e del ragionamento logico.

La definizione di forza e di altre magnitudini fisiche nella Meccanica Quantica viene ignorata al di sotto di determinati livelli di conoscenza, utilizzando, in questo caso con una certa proprietà, il Principio di Incertezza. La Meccanica Quantica inizia cioè ad utilizzare i concetti di forza ed energia a partire da certi livelli di aggregazione macroscopica e descrizioni puramente statistiche della realtà osservata, con giustificazioni argomentali più che dubbiose.

Wikipedia propone la definizione di forza come ogni interazione fra due o più corpi. Questa definizione di forza mi piace in quanto generale, ma presenta il problema della definizione di corpo, infatti, la stessa Wikipedia segnala più avanti che la forza gravitazionale riguarda tutti i corpi. È certamente una definizione di forza in consonanza con la Prima Legge di Newton o Legge dell’Inerzia.

 Wikipedia menziona anche i quattro tipi o generi di forze fondamentali come quelle che non si possono spiegare in funzione di altre più basiche. Le forze fondamentali sono:

  • Forza gravitazionale.
  • Forza elettromagnetica.
  • Forza nucleare debole.
  • Forza nucleare forte.

Sembra che in quest’articolo di Wikipedia non sia ancora stata inclusa l’unificazione della forza elettromagnetica e di quella nucleare debole nella cosiddetta forza elettrodebole.

Come sappiamo, la Meccanica Globale ha unificato la forza gravitazionale con l’interazione elettromagnetica e afferma che le forze nucleari, quella forte e quella debole, hanno natura simile a quella del campo gravito-magnetico nell’insieme dell’atomo. In altre parole esisterebbe un’unica forza fondamentale che sarebbe la forza dell’elasticità reticolare.

Oltre ad ottenere l’unificazione dei quattro tipi di forze fondamentali, la forza reticolare spiegherebbe i nuovi tipi di forze definite dalla Meccanica Globale, come quelle che provocano l’espansione e la contrazione dell’universo o la già menzionata forza gravitazionale addizionale di effetto Merlin –Mercury and light.

Una definizione di forza più appropriata e più generale di quella fornita da Wikipedia sarebbe, a mio avviso, la manifestazione in un punto nello spazio di ogni tipo di energia. Ovviamente, se si vuol parlare di campi di forze, si può estendere il concetto di forza alla possibilità di manifestazione concreta d’energia.

Si noti la rilevanza “in un punto” nella nuova definizione di forza.

Un vantaggio di questa definizione di forza è che è stato semplificato il concetto di forza collegandolo alla definizione di energia e dei suoi tipi. Inoltre la Dinamica Globale libera la definizione di forza dalla sua relazione con la massa o con i corpi a cui si riferisce Wikipedia, in conformità con la definizione di massa e di altri stati di aggregazione dell'etere globale nel modello della Meccanica Globale.