3. Tipi di memoria

Vengono presentate diverse classificazioni o tipi di memoria in base a criteri differenti.

La presentazione non ha carattere esauriente e nemmeno esclusivo. Non appaiono alcuni tipi di memoria e tipi di memoria menzionati potrebbero apparire in varie classificazioni, anche se ho cercato di mantenere un'esposizione più chiara possibile.

È noto che la memoria ha diversi gradi di ritenzione temporale dell'informazione. I dati forniti dalla nostra memoria scompaiono con il passare del tempo. Altre informazioni non riusciamo a localizzarle nella memoria e non sono così esatte come lo erano prima. Un'altra informazione non solo non è corretta, ma possiamo notare che in realtà la stiamo ricostruendo a partire da pochi dati, e così via.

Vediamo adesso più dettagliatamente ognuna di queste classificazioni ed i tipi di memoria.

3.a) Processi cognitivi consci

3.a.1. Memoria generale

Sarà composta da tutta l'informazione accessibile in tempo reale, inmediatamente. Sebbene possa sembrare l'esatto contrario, questa memoria è molto grande, vi si trova tutta l'informazione che utilizziamo costantemente nella vita quotidiana, ecco alcuni dei suoi tipi o componenti principali:

  • L'informazione normale, ad esempio dove si trovano le cose, le faccende da sbrigare, le abitudini, ecc.

  • I preconcetti, che contribuiscono a formare una parte del nostro carattere o della nostra personalità.

  • I programmi di risposte automatiche che si caricano in un breve lasso di tempo quando ci svegliamo. Anche la memoria linguistica ed altre speciali formerebbero parte di questa memoria istantanea quando si è attivata.

  • Programmi speciali di risposta automatica come la guida o le situazioni di pericolo, che si caricheranno quando si considera che si dovranno utilizzare.

  • La memoria di lavoro associata al funzionamento della logica o intelligenza. È molto ridotta ed il suo funzionamento ottimale implica l'uso di 3 o 4 variabili contemporaneamente, quando pensiamo ad un concetto e effettuamo operazioni logiche con più di 5 variabili avanziamo molto lentamente.

  • La memoria ausiliare di lavoro che corrisponderà a tutte le variabili disponibili per situarsi nella suddetta memoria di lavoro operativa. Apparterrà a questa categoria tutta l'informazione che abbiamo sul tema con cui stiamo lavorando.

Questa configurazione consente, grazie al suo automatismo, di svolgere contemporaneamente diversi compiti; si potrebbe assimilare alla coscienza umana con l'interfaccia del computer e l'inconscio a programmi ubicati nella memoria istantanea. Quindi, più si automatizzano i processi cerebrali o i programmi informatici, più libera sarà la coscienza umana o più semplice ed intuitiva l'interfaccia con il programma.

La guida
Collegamento autostradale

Tuttavia questa semplicità è accompagnata da uno svantaggio da tenere in conto. L'automatismo dei computer fa sì che alcune volte non sappiamo esattamente cosa hanno fatto e nemmeno la ragione. Bisognerà sempre avere un'ampia cultura generale sul comportamento dei computer e l'unico modo di ottenerlo è facendo esercizio ed acquisendo esperienza.

 

3.a.2. Memoria specializzata

Possiamo includere in questa categoria i tipi di memoria speciali che si caricano automaticamente nella memoria istantanea e che allo stesso tempo formano parte della memoria a lungo termine; tuttavia non è così compressa come quest'ultima ed ha i propri sistemi multidimensionali di riferimento.

La memoria linguistica, certa memoria visiva, l'archiviazione dei preconcetti ed i programmi prestabiliti di risposte rapide come le emozioni sarebbero esempi tipici di memorie specializzate.