IV.1.c) Metodologia della fisica

La metodologia della fisica dovrebbe essere la metodologia che crea meno problemi per la materia che studia. In principio, se la mela di Newton cade per terra, cade indipendentemente dalle ideologie o dagli interessi di ogni tipo. Tuttavia, se si analizza più profondamente, si potrà osservare che le teorie o le conoscenze di fisica sono cambiate nel corso della storia, a volte negando completamente la teoria precedente.

Alcune sono cadute addirittura dopo migliaia di anni, come la danza dei pianeti e del Sole.

Galileo e l'Inquisizione (Immagine di dominio pubblico)
Galileo e l'Inquisizione

Il maggior problema della metodologia della fisica sono le teorie nuove perché trattano ciò che era ignoto fino allora. Ci sarà sempre un insieme di teorie alternative che propongono soluzioni in parte avventurose e in genere la popolazione impiegherà più anni o decenni ad assimilare la complessità della propria epoca.

Un esempio chiarificante del tema è l'esempio degli antichi fattucchieri, tutti sappiamo che inventavano spiegazioni pseudo-scientifiche per acquisire potere all'interno della tribù; ma se lo analizziamo dall'ottica del loro tempo, ci rendiamo conto che in realtà erano veri e propri scienziati moderni.

Vediamo adesso qualche concetto di Fisica Generale e di Fisica Moderna che, a mio avviso, attacca il senso comune ed altera la metodologia scientifica perché ostacola il ragionamento in materia.

 

  • La Fisica Generale.

    • Il concetto di energia.

      Sorprende che, essendo il concetto di energia l'accelerazione della massa in un’unità di spazio, non abbia massa. Sembra uno di quei misteri mistici, soprattutto se oltretutto si sostiene al contempo la trasformazione fra massa ed energia e che siano due manifestazioni della stessa cosa.

      Insomma, i concetti acquisiti da poco sono sempre un po’ imprecisi e mutanti, non si devono quindi considerare immutabili.

      Energia = massa * accelerazione * spazio
      =  massa * velocità²
      = kg * m² / s²

      ♦ L'energia non ha massa ??
    • L'energia potenziale gravitazionale - Energie negative.

      L'energia potenziale gravitazionale di una massa m in un punto dello spazio è il lavoro compiuto dal campo gravitazionale per spostare la massa m dal suddetto punto fino all'infinito. Secondo la definizione, l'energia potenziale è sempre negativa e il suo massimo è sempre zero. Non porta di certo la mente a pensare.

      Il rapporto fra la gravità, l'energia potenziale gravitazionale, la cinetica e l'elettromagnetica ci fa riflettere sulla vera natura della gravità.

      Quando non si sa qualcosa con certezza assoluta, si cercano soluzioni per poter avanzare. L'esistenza di energie negative, anche se per convenzione, è un buon esempio di ciò che non bisogna fare con una buona metodologia della fisica, poiché avviene un conflitto nei riferimenti basici del cervello al momento di strutturare certi concetti.

    • Energia di legame.

      Si definisce così l'energia che si libera quando si uniscono i protoni e i neutroni per formare un nucleo atomico, non sarebbe meglio chiamarla energia di liberazione e non di legame, visto che questa energia è esattamente quella che non è presente nel legame o legami del nucleo atomico.

      In questo caso non è così grave come i precedenti, ma i concetti e i termini che non corrispondo con il significato delle parole rallentano il ragionamento logico, ancora di più se si tratta di una pratica comune e il significato è esattamente il contrario di quello che ci si aspetta.

Con carattere generale si può dire che parlare di elementi negativi della realtà fisica esaurisce rapidamente i limiti del cervello nel ragionamento complesso.

Ulteriori informazioni in merito nei libri in linea sulla nuova teoria del tutto della Fisica Globale.