III. ANTERIORI TEORIE EVOLUZIONISTICHE

In generale, la scienza è cambiata molto nel secolo scorso (XX secolo), tuttavia, per quanto riguarda le teorie dell'evoluzione o teorie evoluzionistiche, sembra strano che non sia cambiata in modo significativo.

Anche se vi sono piccoli aggiornamenti, la teoria dell'evoluzione generalmente accettata è la Teoria Darwinista, esposta nell'opera L'Origine delle Specie nel 1859. Questa teoria evoluzionistica consiste basicamente in ciò che tutti noi abbiamo studiato o almeno sentito.

Coccodrillo cancunando
Coccodrillo

Secondo la teoria evoluzionistica di Darwin, gli individui presentano variazioni aleatorie e l'evoluzione viene determinata dalla selezione naturale. Queste variazioni vengono anche denominate mutazioni aleatorie, per sottolinearne il carattere teoricamente non indotto.

La Teoria Darwinista si è imposta alla teoria evoluzionistica proposta da Lamarck, secondo il quale i caratteri acquisiti durante la vita degli individui erano trasmessi ai discendenti. L'esempio classico è l'evoluzione del collo della giraffa. Secondo la teoria di Lamarck, le prime giraffe, per lo sforzo continuo fatto per stirare il collo in cerca di alimenti, riuscivano ad allungarlo procreando poi discendenti con il collo un po’ più lungo; da parte sua, Darwin sosteneva che le giraffe nate per caso con il collo più lungo erano quelle che si erano adattate meglio all'ambiente circostante ed erano sopravvissute meglio, generando più discendenza.

Oltre alle teorie dell'evoluzione in senso stretto, si trovano le leggi di Mendel (1865) sull'ereditarietà genetica, i cui elementi fondamentali sono la combinazione dei geni e del loro carattere dominante o recessivo; è, però conveniente indicare, rispetto alla data segnalata, che fino alla fine del XIX secolo questa teoria rimase nell'anonimato assoluto, e non esattamente perché Mendel non tentasse di pubblicarla, come viene sostenuto in alcuni ambiti.

Riepilogando, le idee esposte da Lamarck, Darwin e Mendel formano il corpo centrale dei concetti in materia dio evoluzione delle specie. Bisogna tuttavia segnalare l'esistenza di teorie derivate dalle prevoluzione biologica ecedenti ed altre teorie di carattere religioso.

Passiamo ora ad un’analisi critica delle teorie evoluzionistiche più importanti, senza che ciò ne implichi una valutazione negativa.

Una breve descrizione delle suddette teorie si trova inoltre nell'annesso.

Una breve descrizione di queste teorie evoluzionistiche si può anche trovare nell'annesso dove si parla delle teorie sull'origine dell'uomo.