1. ASTROFISICA GLOBALE

Dopo aver sviluppato la Meccanica Globale per spiegare in modo alternativo le predizioni della Teoria della Relatività Generale di Einstein, la Fisica Globale si è diventata ciò che in Fisica è noto come una teoria del tutto.

Alla luce degli orizzonti assoluti che sono stati scoperti e dato che da molto tempo volevo avanzare qualche critica alla Teoria del Big Bang, ho deciso di studiare le implicazioni sulle l’Astrofisica la Cosmologia.

Nell’universo avvengono cambiamenti di etere globale, per l’energia elastica; in altre parole, deve essere osservato il Principio di Conservazione della Materia e dell’Energia o Principio di Conservazione Globale.

La Meccanica Globale ha messo in evidenza aspetti sorprendenti che potrebbero cambiare il modo di intendere ciò che chiamiamo materia e energia oscura e al contempo l’espansione e la contrazione dell’universo.

Il modello gravitazionale in un’Astronomia di carattere meccanicista e non relativista come l’Astrofisica Globale, si basa sull’esistenza dell’etere globale o struttura reticolare irrompibile della materia per tutto l’universo; come supporto della gravità, massa ed energia cinetica, e indirettamente, delle onde elettromagnetiche.

Si potrebbero per tanto avanzare molte critiche alla Fisica Globale, ma non quella di essere una teoria ad hoc, tranne che sia ad hoc per la realtà fisica nelle sue molteplici manifestazioni.

Se una nuova teoria del tutto è già di per sé un’ardua impresa, lo è ancora di più analizzare come si ripercuote su un tema così speculativo come le scienze dell’Astrofisica e la Cosmologia, con tutte le incognite che ci danno le recenti osservazioni dell'universo.

Forse proprio perché è una materia spiegata talmente poco dalla scienza attuale, le proposte della Fisica Globale vengono ascoltate un po’ di più, nonostante abbiano meno possibilità di essere corrette rispetto alle proposte sulla gravità, l’elettromagnetismo e la formazione delle particelle elementari con massa.

Si consideri che la cosa più difficile di un cambiamento di paradigma è il cambiamento e non il paradigma.

In questo libro si possono sottolineare le seguenti parti:

  • Principi filosofici addizionali dell’Astrofisica.

    • Universo senza limiti noti, sia nel piccolo che nel grande ambito.

    • Mancanza di senso nell’origine dell’universo dal nulla o mega singolarità quantistica.

  • Forze fondamentali della materia come proprietà elastiche dell'etere globale.

    • Tensione longitudinale dei filamenti dell’etere globale.

    • Spostamento dell’etere globale (effetto trascinamento della massa)

    • Tensione della curvatura longitudinale dei filamenti (campo di gravità - etere luminoso)

    • Movimento della suddetta tensione (effetto trascinamento dell’energia elettromagnetica)

    • Tensione trasversale dei filamenti dell’etere globale (campo elettromagnetico)

    • Cambiamenti della tensione trasversale dei filamenti (energia elettromagnetica)

    • Tensione di deformazione o compressione reversibile dell’etere globale (massa - interazione bianca e nera)

    • Forze nucleari di ritenzione esercitate dalle celle o reticoli dell’etere globale (massa - confinamento o libertà asintotica)

  • Principi che influiscono sull’Astrofisica.

    • Considerazione dei buchi neri e stelle come insieme di atomi et particelle elementari e causa degli effetti di contrazione ed espansione dello spazio o, detto altrimenti, di contrazione ed espansione dell’etere globale.

    • Possibile relazione fra ciò che è detto energia e materia oscura –specialmente la velocità uguale di giro delle stelle in alcune galassie e l’effetto di lenti gravitazionali– con le proprietà di espansione e contrazione dell’etere globale e di trascinamento della massa, e l’energia elettromagnetica per la globina.

    • Possibile variabilità della Costante Gravitazione Universale per l'inclusione in essa degli effetti dell'energia cinetica su un sistema locale di avere la stessa velocità; come un pianeta o una stella.

    • Spiegazione fisica del campo magnetico della Terra e di altri pianeti, per effetti simili a quelli della configurazione spaziale dell’atomo.

       

  • Riflessioni sull’aspetto della Cosmologia.

    • Critiche alla Teoria del Big Bang.

    • Origine dell’universo locale da un Little Bang con proposta di possibili cause dello stesso.

Questo libro sull’Astrofisica Globale si limita a proporre concetti e spiegazioni molto generiche ai fenomeni osservati dell’universo. Per questo si può indicare che è un libro per le persone interessate ma non necessariamente esperti del settore.

Hubble
Cumulo di stelle NGC-346 Mod Il giovane drago Unocchi
(Immagine di dominio pubblico)
Hubble-Cumulo di stelle NGC-346 modifica di meno dell’uno per cento

Tami può dire la stessa cosa perché non si utilizza affatto la matematica. Non è che la matematica non sia utile o necessaria, lo è, ma da un’altra prospettiva.

Un terzo motivo è la semplicità dei concetti proposti, specialmente se sono stati intesi i processi di formazione delle particelle elementari con massa esposti nella Meccanica Globale.

  • Semplice esempio fisico.

    L’energia elettromagnetica è come un filo con giro trasversale che si sposta sullo stesso e la massa è come un gomitolo di lana, ma anziché essere fatto con un filo o con un lenzuolo, è fatto come uno nodo scorsoio all’interno di una rete tridimensionale di elastici.

Come sempre, occorre ricordare che i diversi libri della Fisica Globale formano un insieme di ragionamenti e punti di vista sulla realtà fisica che si rafforzano fra di loro.